Vincitori Smart Project 2014 | Omron, Italia

Login

Please use more than 6 characters. Forgot your password? Click here to reset.

Modifica password

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Registrati

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Grazie per aver effettuato la registrazione al sito Omron

Un messaggio e-mail per completare la creazione dell'account è stato inviato a

Torna al sito web

ottieni l'accesso diretto

Inserisci di seguito i tuoi dati e avrai accesso diretto ai contenuti di questa pagina

Text error notification

Text error notification

Checkbox error notification

Checkbox error notification

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Grazie per aver mostrato interesse nei confronti della nostra azienda

Ora potrai accedere a Vincitori Smart Project 2014

Un messaggio e-mail di conferma è stato inviato a

Passa alla pagina

Effettua il oppure ottieni l'accesso diretto per scaricare questo documento

Vincitori Smart Project 2014

Smart Project 2014: così le scuole immaginano il futuro dell'automazione

Nella splendida cornice del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Omron Italia premia i progetti e i migliori talenti provenienti dagli ITIS e dagli IPSIA di tutta Italia.

Presente per la prima volta all'evento la Dott.ssa Carmela Palumbo, Direttore Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica.

C’è l’opificio agricolo che lavora sfruttando l’energia autoprodotta da fonti rinnovabili, il semaforo intelligente che si regola in funzione dell'orario e del giorno, il sistema di tornelli a gestione centralizzata per il controllo e lo smistamento degli spettatori allo stadio, lo stabilimento automatizzato per la produzione della pasta, dalla materia prima alla confezione. Sono solo alcuni dei progetti finalisti del Trofeo Smart Project 2014, iniziativa promossa da Omron Italia per premiare le attività nell’ambito dell’automazione degli Istituti Tecnici e Professionali italiani.

La fase finale, che ha avuto luogo lo scorso 29 maggio, si è tenuta per il terzo anno consecutivo a Roma nella prestigiosa sede del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ed ha visto la partecipazione di 24 studenti e 14 docenti in rappresentanza di 10 istituti (fra ITIS e IPSIA). Dodici, in totale, i progetti presentati, suddivisi equamente in due categorie: “Esperti” e “Promesse”.

Ad aggiudicarsi il primo premio fra le scuole è stato l’ITIS Fermi di Bassano del Grappa con il progetto intitolato “Confezionatrice”, rappresentato nell’occasione dal professor Michele Di Buccio e dagli studenti Mirko Simonetto e Luca Mocellin. Proprio a quest’ultimo è andato il primo premio per l’importante titolo di miglior studente della manifestazione, mentre tra i docenti il riconoscimento è andato a Michele Centonze dell’ITIS Pentasuglia di Matera (cat. Esperti), e a Simone Giudici (cat. Promesse) dell’Enfapi di Lurate Caccivio (Co), rispettivamente con il progetto “Impianto per la produzione di energia da fonti rinnovabili” e “Linea di stoccaggio e riempimento barili”.

Entrambi i progetti vincitori, valutati da una commissione tecnica composta da specialisti Omron e ispettori tecnici del Ministero, e brillantemente presentati dalle coppie di studenti coinvolte, sono il risultato di un proficuo lavoro di team in cui esperienza dei docenti e capacità degli studenti si sono rivelati la formula vincente.

Una giuria composta da giornalisti del settore, dirigenti del MIUR e di Omron Italia, ha infine valutato e decretato la coppia di studenti distintasi per migliore capacità espositiva e qualità della comunicazione: il premio, intitolato al compianto e mai dimenticato Prof. Giorgio Barilari, è andato a Marco Pilato e Simone Prizzi dell’Istituto Enfapi di Como.

In un particolare momento storico nel quale i giovani faticano a inserirsi nel mondo del lavoro, l’istruzione e gli investimenti in innovazione rappresentano due fattori in grado di fare ancora la differenza”, spiega Fabio Perna, responsabile e coordinatore dell’attività in qualità di Project Manager di Omron. “Con il Trofeo Smart Project vogliamo offrire agli studenti italiani un piccolo antipasto di ciò che li attende al termine del loro percorso di studi, favorendo sperabilmente un loro rapido inserimento nel mondo del lavoro”.

La passione, la creatività e l’impegno profusi da questi ragazzi - ha aggiunto Massimo Porta, Country General Manager di Omron Italia - sono gli stessi che ritroviamo nelle migliaia di aziende che ogni giorno utilizzano le nostre soluzioni per sviluppare progetti di automazione industriale nel mondo”.

Giunto alla sua settima edizione, il Trofeo Smart Project Omron nasce con l’obiettivo di avvicinare le scuole tecniche e professionali al mondo dell’automazione industriale, in accordo con le direttive ministeriali che promuovono gli interventi di valorizzazione dell’istruzione e delle eccellenze.

L’iniziativa, patrocinata dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), è aperta agli studenti delle classi quarte e quinte di Istituti Tecnici e Professionali nazionali con indirizzo Elettrotecnica ed Automazione, Elettronica e Telecomunicazioni, Informatica, e Meccanica, supportati dal coordinamento dei rispettivi docenti. Tutti i progetti di automazione industriale in concorso sono stati sviluppati utilizzando gli strumenti software che Omron mette a disposizione gratuitamente per le scuole.

Per saperne di più:

Twitter    | @OmronEdu

YouTube | I video dei progetti finalisti

Google+ | Le foto dell'evento