Pietro Gori vince l’edizione 2016 dello Smart Project | Omron, Italia

Login

Please use more than 6 characters. Forgot your password? Click here to reset.

Modifica password

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Registrati

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Grazie per aver effettuato la registrazione al sito Omron

Un messaggio e-mail per completare la creazione dell'account è stato inviato a

Torna al sito web

ottieni l'accesso diretto

Inserisci di seguito i tuoi dati e avrai accesso diretto ai contenuti di questa pagina

Text error notification

Text error notification

Checkbox error notification

Checkbox error notification

Purtroppo abbiamo problemi tecnici. Il tuo modulo non è stato ricevuto correttamente. Ci scusiamo per l'inconveniete e ti chiediamo per favore di riprovare più tardi.

Download

Grazie per aver mostrato interesse nei confronti della nostra azienda

Ora potrai accedere a Pietro Gori vince l’edizione 2016 dello Smart Project

Un messaggio e-mail di conferma è stato inviato a

Passa alla pagina

Effettua il oppure ottieni l'accesso diretto per scaricare questo documento

Pietro Gori vince l’edizione 2016 dello Smart Project

Pietro Gori dell’ITIS Fedi Fermi di Pistoia è il vincitore dell’edizione 2016 dello Smart Project, la manifestazione che da nove anni premia i migliori talenti provenienti dagli ITIS e dagli IPSIA di tutta Italia.

Gori si è infatti dimostrato il migliore nello svolgimento del test di automazione. Al secondo posto si è piazzato Michele Faiman dell’IIS G. Galilei di Massa e al terzo Ayoub Hamassi dell’ IIS Fermo Corni di Modena.

La cerimonia, cui ha presenziato la dottoressa Rosa Di Pasquale, funzionario del MIUR, e alla presenza del sottosegretario di Stato Gabriele Toccafondi, si è svolta anche quest’anno nella cornice del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca a Roma lo scorso 4 maggio.
La sala ha accolto i 23 emozionati studenti finalisti, accompagnati dai professori con cui hanno elaborato i progetti in gara, in rappresentanza di 8 istituti tecnici.

Gli undici progetti presentati erano, come ormai consuetudine, ripartiti nelle  due categorie: “Esperti” e “Promesse”.
Nella categoria “Promesse” – riservata a chi partecipa per le prime due volte al torneo – si è aggiudicato il primo posto il prof Mario Cendarelli, del Corso Serale dell’IIS G. Galilei di Massa, con il progetto Ceratrice Automatica, seguito dal Prof. Bruno Beccaria dell’Ipsia Garelli di Mondovì (CN), con il progetto Rivestimento interno del tetto delle automobili. Nella categoria “Esperti”, ha primeggiato il prof. Bruno Biagini dell’ITTS Fedi Fermi di Pistoia con un progetto dal titolo Milling Machine CNC, mentre al secondo posto si è piazzato il prof. Claudio Ferrari dell’IIS Fermo Corni di Modena, elaborando un progetto di Smart Self Storage.

Sempre Pietro Gori, con il compagno di classe e di progetto Massimo Arcangeli, hanno portato a casa anche il Premio Comunicazione, intitolato al compianto professor Giorgio Barilari.
Si tratta di un riconoscimento che i giornalisti presenti assegnano alla coppia di studenti che ha dimostrato le migliori capacità espositive.
Per la categoria scuole, i premi sono andati all’ITTS Fedi Fermi, primo classificato, seguito dall’ IIS Fermo Corni e, al terzo posto, dall’ IIS Einstein Bachelet di Roma.